La sperimentazione è il tratto caratteristico della Capua Winery.

per individuare la perfetta combinazione, l’ideale armonia.

La Capua Winery nasce da una idea dei suoi fondatori Riccardo e Natasha Capua di individuare in un particolare terroir della Maremma Toscana nella valle dell’Albegna vicino Saturnia condizioni microclimatiche ideali per sperimentare l’allevamento e la vinificazione di una gamma multivarietale di vitigni autoctoni ed internazionali.

Nei suoi sei ettari di vigneto ad altissima intensità di impianto, con ottomila ceppi per ettaro, la Capua Winery coltiva l’Alicante, il Colorino, il Touriga National, il Merlot, il Cabernet Franc ed il Cabernet Sauvignon, il Petit Verdot, il Marselan, lo Chardonnay ed il Sangiovese.
Tutte queste varietà vengono portate con grande cura alla loro giusta maturazione, raccolte e vinificate separatamente, nonché elevate in legni pregiatissimi ed infine sapientemente assemblate per creare il TuttoCuore, il Fiammante, il DolceAmore ed il MioSogno.

Tutti i passaggi produttivi, dalla gestione dei lavori nel vigneto sino alle attività di cantina, vengono eseguiti con precisione maniacale assecondando le naturali diversità microclimatiche di ogni stagione, al fine di potere profittare al massimo dei vantaggi che una particolare annata può offrire anche con riguardo a certe varietà. Tutte le ambientazioni, dai locali della cantina sino alle stanze di affinamento delle bottiglie, sono diversamente climatizzate ed allestite in modo tale da donare al vino le condizioni ottimali in ogni sua importante fase di maturazione e di crescita.
È quindi la sperimentazione il tratto caratteristico della Capua Winery che, indipendentemente dalle mode e gusti sempre volubili del mercato, si pone come obiettivo quello di continuare la ricerca al fine di individuare la perfetta combinazione, l’ideale armonia, tra terroir e varietà che possa elevare ai massimi livelli qualitativi in termini di profumi, eleganze e concentrazioni, la preziosa bevanda.